Pianeta Donna, la mia ultima frontiera

Buone news per la sessuologia… e per me!

Pianeta Donna, la mia ultima frontiera raggiunta!

La sessualità necessita di una buona divulgazione accattivante, semplice ma scientifica. Ecco quindi il mio primo articolo per il celebre blog di Pianeta Donna! Uscito proprio oggi, per una sperimentazione attraverso MySecretCase, col quale già collaboro da molto tempo. Felicità!

amore senile, con Anna Zanellato, psicologa e sessuologa a VicenzaL’amore senile, ovvero tutto il sesso over 60

ed anche

Mamma, ho visto due uomini che si baciano!

Nella speranza di seminare corrette informazioni su tutti i fronti possibili.

Perchè la primavera fiorisce dove l’hai seminata.

Annunci

Confusione a scuola, i libri non aiutano

illiade patroclo e achille omofobia sessualità gender
Quando si confondono i piani mi chiedo sempre se c’è qualcosa sotto o è solo incoscienza.

Alessandro, insegnante milanese dal profilo facebook “diversamente privato”, pubblica su facebook l’immagine di cui sopra. Citando l’assessore Cristina Cappellini, mescola l’orientamento sessuale con l’appartenenza di genere. Anche l’assessore era caduta nella stessa trappola, presentando, sotto le feste natalizie, la sua “perplessità” verso giochi gender e calendari dell’Avvento laici.

Stiamo calmi.

Alessandro, penso che ci sia della confusione: l’orientamento sessuale non influisce sull’appartenenza di genere. Il genere è il ruolo nel quale ci riconosciamo (maschio o femmina, ad esempio), mentre l’orientamento è verso l’altro, colui o colei che ci piace.
La teoria gender si riferisce quindi ad un’educazione priva della dicotomia netta tra ruolo maschile e femminile, creando un ambiente più neutro nel quale bambini e bambine sono più liberi di scegliere i comportamenti più adatti alla loro personalità e non imposti dalla cultura di riferimento.
Invece l’orientamento sessuale è una questione d’attrazione, ma è tutta un’altra cosa.
Quindi Patroclo e Achille potrebbero amarsi anche biblicamente (dipende dalle interpretazioni del testo), ma questo non fa di lei un teorico gender. Forse solo un insegnante in linea col programma.
Davvero, vorrei tanto che non ci fosse nulla di speciale nel fare degnamente il proprio lavoro.

Ma, in effetti, non diamolo per scontato.

(qui sotto libri scontati al 15% che mostrano come le bambine dovrebbero chiamare cagnolino ciò che i bambini chiamano cane)

libri scontati teoria gender bambini bambine cane cagnolino sessualità vicenzaEcco cosa combatte l’educazione gender.

Fumetti ed educazione sessuale

come funziona coppetta mestruale inglese ciclo assorbenti come si usa tampone interno donna bambina riparmiare soldi denaro ecologico salutare ginecologi mooncup

E’ veramente complicato parlare di sesso in maniera divertente ma non frivola.
E non cadere nel volgare.
L’immagine aiuta la comprensione, ma una foto può essere decisamente troppo.
Eppure c’è chi ha risolto questo problema: il fantastico sito statunitense
OhJoySexToy.com di Matthew Nolan (game artist) e sua moglie Erika Moen (cartoonist). Cosa potevano produrre due così se non un blog davvero alternativo? Eccoli:

Matthew and Erika

Infatti sono i creatori di un fumetto informativo, sovversivo e divertente che ogni settimana esplora il mondo del sesso: recensioni di sex toys, interviste con professionisti del sesso, lezioni di educazione sessuale. Fanno ricerche e scrivono insieme, ed Erika fa i disegni. Come mai proprio dei fumetti? Così risponde Erika:

“L’educazione sessuale di solito è molto asettica. Testi che parlano di concetti astratti, più qualche diagramma astruso. È davvero difficile associare quel tipo di informazioni al proprio corpo. Il fumetto è particolarmente appropriato per insegnare alle persone a conoscere il loro corpo, perché unisce immagini e testi, rendendo gli argomenti accessibili e visivamente accattivanti. E poi, parliamoci chiaro, un paio di battute aiutano a coinvolgere le persone, invece di farle sentire semplici spettatrici”.

What is OJST?

Guardatevi il sito, sapendo che in realtà esistono migliaia di siti di fumetti porno, è un mondo infinito. Vi basti SlipShine (sottotitolo: comics for people who think sex is FANTASTIC). In ogni caso in OhJoySexToy trovate molto di più, come questo fumetto sulla gravidanza che può chiarire ai genitori come affrontare il temuto “papà, da dove vengono i bambini?“. Spiega anche l’utilizzo in coppia e da soli di molti sex toys, con semplicità ed ironia. E senza veli, che sporcaccioni!

Vi porto qui ad esempio il fumetto dove viene spiegato l’uso della mooncup.

Mooncup (in italiano coppetta mestruale) è un’alternativa all’uso di assorbenti esterni o interni. Considerando che una donna consuma circa 11.000 assorbenti nell’arco della sua vita, capirete come questa soluzione sia anche ecologica.
Si tratta di una coppetta in silicone medico da inserire nella vagina che raccoglie il flusso. Al momento del cambio è necessario semplicemente estrarre la coppetta e sciacquarla. Poi si può indossare nuovamente, senza doverla buttare. E’ riutilizzabile per anni. Assolutamente confortevole, è utilizzabile facendo sport, anche se vuoi fare la ruota. Semplice, no?

Bisogna dire che il prodotto è adorato dalle ginecologhe e dalle ostetriche che conosco, ne esaltano i benefici, la ritengono la scoperta del secolo.

About the Mooncup

Il problema è che le novità ci fanno sempre sgranare gli occhi. Ci facciamo mille dubbi e domande. Perchè?

Perchè dobbiamo inserire qualcosa dentro di noi, in una parte del nostro corpo che è ancora tabù. E’ più comodo continuare a seguire i nostri riti tradizionali, la routine, che cambiare modo di vivere il nostro corpo. Inoltre è ostacolata dalle massicce pubblicità di prodotti usa e getta, che generano ingenti introiti alle aziende che li producono.
Il prodotto fatica a prendere piede nel mercato italiano. Si può trovare su internet come sul sito Mooncup.it o alle fiere e ai festival fricchettoni (io l’ho trovato a Fà la Cosa Giusta di Milano e a FestAmbiente). Ultimamente si sta diffondendo anche in farmacia, in erboristeria e nei negozi Natura Sì.

Un anno di post! Auguri!

Carissimi!

Oggi è il mio primo compleanno! Evviva Evviva!

La prima ciliegina sulla torta!

Ringrazio tutti quelli che hanno sostenuto questo progetto, dando continuamente dritte e critiche costruttive. Sebbene questo sia un blog personale, ritengo sia stato costruito collettivamente, dalla forza di chi mi ha fatto crescere e formare.

Parlare di sesso è sempre difficile, ma grazie a voi ho potuto farlo con ironia, sentendomi libera di esprimere i miei punti di vista e accolta sia dall’amico interessato, sia dal lettore di passaggio.

Grazie a Luca, la persona che più mi ha sentito parlare di idee di post, statistiche e font. E nonostante tutto mi ha sempre detto “Brava chérie!“.

happy birthday cupcake_oil_pastel_art_cards tanti auguri ciliegia rosso ilrossociliegia un anno uno blog biglietto ciliegina sulla torta muffin cupcake dolce annaPer l’occasione ho creato una nuova pagina sul blog per riassumere tutti i post pubblicati fino ad ora.
Ora potete sfogliarli più comodamente:

TUTTI GLI ARTICOLI

 

Kinsey, quando un rapporto diventa scandaloso

Kinsey – film trailer

Quando una persona va dal medico per un problema, la prima cosa che fa è visitarla.
Ci sono problemi però che non possono essere visitati, controllati, ma il dottore si deve fidare di ciò che il paziente riporta. Bisogna che egli faccia le giuste domande e sappia interpretare correttamente le risposte che gli vengono fornite.

Così accade per tutto ciò che riguarda la sessuologia. Il materiale disponibile è dato da un’intervista. Si parla, molto, di sesso. Let’s talk about sex.Alfred kinsey rapporto omosessualità ilrossociliegia rosso ciliegia anna statistica

Il primo a a fare domande fu Albert Kinsey, entomologo statunitense (quello che cataloga e studia gli insetti). Era il 1938, anno di “Over the Rainbow“, per intenderci.

Cresciuto in una famiglia fortemente conservatrice, era un abile ricercatore di Harvard. Come tale si rese conto della mancanza di utili statistiche in materia sessuale e si focalizzò su questo importante aspetto della vita umana. Condusse una ricerca vastissima: 18.000 interviste, di cui 7985 condotte personalmente da lui! Chiedeva di tutto, senza pudore. Per la prima volta in America si parlò di masturbazione, di rapporti orali e anali, di omosessualità e di adulterio. All’epoca il tradimento era considerato un reato in 43 Stati e Kinsey dimostrò che il 50% degli uomini sposati aveva avuto relazioni extraconiugali.

Kinsey-cartoon

Immaginatevi la notizia bomba quando pubblicò i risultati in due volumi (finanziati dalla fondazione Rockfeller), gergalmente chiamati il “rapporto Kinsey“:  Il comportamento sessuale dell’uomo (del 1948) e Il comportamento sessuale della donna (del 1953).

LE CRITICHE

Kinsey-report

Lo scalpore fu tale che gli vennero tolti i finanziamenti. Venne criticato per il metodo di intervista, ma soprattutto per i risultati ottenuti.
Kinsey fondò e diresse lInstitute for Sex Research, dove collaboratori ed allievi continuano la sua opera mantenendo tutta la documentazione originale per chiunque la voglia consultare.

Le critiche sono state molteplici, da tutti i punti di vista. E’ tuttora accusato di essere la causa del libertinaggio sessuale del mondo occidentale, il reale ispiratore di Playboy e di aver avuto come collaboratori pedofili nazisti. Ecco un film – documentario.

LA CELEBRE SCALA KINSEY:

kinsey-scale scala omosessualità eterosessualità bisex ilrossociliegia rosso ciliegia anna comportamento sessuale 7 punti likert

Uno dei suoi principi teorici più celebri fu la Heterosexual/ Homosexual Rating Scale, una scala a sette punti di valutazione dell’orientamento sessuale di un soggetto. Gli intervistati non dovevano dire se erano etero o omosessuali, ma quanto lo erano (0 = etero; 3 = bi; 6 = omo; più una casella per i “non interessati”). Una rivoluzione.

scala kinsey rapporto omosessualità gay

Sono il numero 1 nel campus.
Sono il numero 3 nella scala Kinsey.

Il mondo non è diviso in pecore e capre. Non tutte le cose sono bianche o nere. È fondamentale nella tassonomia che la natura ha raramente a che fare con categorie discrete. Soltanto la mente umana inventa categorie e cerca di forzare i fatti in gabbie distinte. Il mondo vivente è un continuum in ogni suo aspetto. Prima apprenderemo questo a proposito del comportamento sessuale umano, prima arriveremo ad una profonda comprensione delle realtà del sesso.

A. Kinsey “Il Comportamento Sessuale nel Maschio Umano”

Consiglio di vedere il film “Kinsey – Let’s talk about sex” del 2004. Commedia carina, fa pensare. Meno scandalosa della storia che racconta.

SEX PILLS – Determinazione sessuale

Questo video della TED Education (lessons worth sharing) illustra come si riproducono le specie animali e come viene determinato il sesso.

Fa ben capire come l’essere maschio o femmina non è banale, anzi!
L’uomo è uno degli animali, rientriamo come qualcosa di più grande e complesso. Dopo aver visto come nasce una tartaruga femmina ci sentiamo davvero normali!

Interessante. Come interessante è il progetto TED, una vastissima libreria di video che diffonde informazioni e conoscenze.

In inglese, chiaramente.

Minotauri: sesso, segreti e animali

pasifae ilrossociliegia rosso ciliegia minotauro desiderio follia sesso zoofilia bestialità sexy

Pasifae e il toro

L’articolo 544ter cp rubricato “Maltrattamento di animali” stabilisce letteralmente che:

“Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da tre a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro”.

Pertanto la zoofilia, ovvero fare sesso con gli animali, è reato. Un reato bestialeNel mondo giuridico, infatti, alcune pratiche sessuali hanno una rilevanza criminale: si tratta di tutte quelle situazioni nelle quali non c’è il consenso di tutte le parti interessate, ad esempio la pedofilia o l’esibizionismo. Anche gli animali non possono dare il loro consenso, anche se ricoprono il ruolo… attivo!

La zoofilia erotica è anche considerata una parafilia, ovvero rientra nelle diagnosi psichiatriche riconosciute dal DSM-IV-tr (manuale diagnostico statistico). Ricordo che le parafilie vanno ben distinte dalle fantasie erotiche, a carattere più o meno spinto e “perverso” che sono normali e presenti nella maggior parte delle persone. Le parafilie invece sono caratterizzate da un desiderio folle incontenibileRicordate la leggenda del Minotauro?

pasifae minotauro toro sesso vacca bianca poseidone follia ilrossociliegia rosso ciliegia desiderio zoofilia bestialità reato insegreto

Poseidone, dio del mare, inviò a Minosse, re di Creta, un bianchissimo toro affinché venisse sacrificato in suo nome. Il re però non obbedì, ritenendo troppo bello quell’animale e ne sacrificò un altro. Poseidone si vendicò: indusse in Pasifae, la regina, una passione folle per l’animale. Accecata dal desiderio di accoppiarsi col toro, chiese aiuto a Dedalo, che le costruì una vacca di legno cava nella quale entrare per poter soddisfare la sua cieca voglia. Così Pasifae riuscì a congiungersi al toro, e dalla loro unione nacque il Minotauro.

insegreto cane molestie animali

Nel mondo 2.0 le cose cambiano, non viene più percepito come follia, ma come segreto inconfessabile che però fa discutere. Così le persone confessano i loro reati segreti sul sito insegreto.it (sottotitolo: non raccontarlo a nessuno, raccontalo a tutti...).

Se leggete le storie anonime del sito potrete cogliere diversi racconti di carattere zoofilo, ve ne riporto alcuni:

in

in

156088_519011271494530_1067749430_n

550349_524646550931002_1935978003_n

Credo che forse l’uomo stia percependo l’animale da compagnia come dotato di caratteristiche sempre più umane. Non di rado vediamo amatissimi cani al guinzaglio vestiti come se fossero umani. Questo però non significa che abbiano la capacità di dare il proprio consenso alle pratiche sessuali coi loro padroni.

D’altra parte c’è sempre stato un forte paragone tra l’istinto animale e il desiderio sessuale.

Sei un toro da monta“.
Fammi vedere la tua proboscide“.
Sei proprio un maiale“…

A tal proposito vi segnalo le opere di Yago Partal, fotografo, che ha creato Zoo Portraits. Fanno riflettere su come certe personalità umane siano attribuibili agli animali.
Davvero irriverenti, ve ne posto alcune di quelle che mi sono molto piaciute perchè permettono una bella connessione tra sesso e animali… a voi le divertenti interpretazioni!tumblr_mksthqSc3k1s7aky5o2_r1_500 tumblr_mkz6xfmawF1s7aky5o2_r1_500 tumblr_ml5oiu8wxH1s7aky5o2_r1_500 tumblr_mlq2wqWJhu1s7aky5o1_r1_500 tumblr_mm629veiZo1s7aky5o2_r1_500 (1) tumblr_mmr1anZ0FT1s7aky5o1_500 tumblr_mj6r8jmivW1s7aky5o2_r1_500 tumblr_mj7fqn5l6Q1s7aky5o2_r1_500 tumblr_mj9dqiRFhA1s7aky5o1_500 tumblr_mk4fytBskI1s7aky5o2_r1_500 tumblr_mk9lffvGUy1s7aky5o2_r1_500 tumblr_mk24a5QcX61s7aky5o1_r1_500 tumblr_mkdhxfQu3p1s7aky5o2_r1_500 tumblr_mkdr4q4Vi91s7aky5o2_r1_500

Laboratorio Rainbow contro l’omofobia

Oggi, 17 maggio, è la Giornata Mondiale contro l’Omofobia.

Si celebra il 17 maggio perchè è il giorno in cui, nel 1990, venne approvata definitivamente la cancellazione dell’omosessualitàdal DSM, ovvero dal manuale statistico diagnostico dei disturbi mentali.

(tecnicamente sottolineo che in quella data vennero tolte dal DSM
sia l’ego-sintonia che l’ego-distonica)

In questa giornata, fortunatamente, molte sono state le azioni di sensibilizzazione.
Mi permetto di segnalare un bel progetto, Laboratorio Rainbow, realizzato dal Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del consiglio dei Ministri, tramite l’UNAR (Ufficio Nazionale contro le Discriminazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri) e dal Gay Center.

Nel corso di questo percorso sono stati realizzati 6 video dai ragazzi delle scuole laziali. I video sono davvero ben fatti, non solo tecnicamente, ma anche per il candore col quale sollevano il problema in Italia. Sembrano dei video musicali, non servono le parole.

I ragazzi sono sempre i migliori!

Potete votare il vostro video preferito su facebook da oggi fino fino al 3 giugno.

Il mio preferito (il backstage fa troppo ridere!):

Ecco gli altri…

http://www.youtube.com/watch?v=XGebRG8Fx-w

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=1SoQLdK0BDk

http://www.youtube.com/watch?v=QN0irWJX0Hw

http://www.youtube.com/watch?v=eN_SwtLCyek

Davvero fantastici! Diffondeteli!